04 mag 2013

Milazzo: Lettere anonime, proiettili e richieste di denaro ai parenti

Gli agenti del Commissariato P.S. di Milazzo nella giornata di ieri hanno dato esecuzione all’Ordinanza di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Barcellona P.G., a carico di un 52enne di Milazzo, ritenuto responsabile dei reati di tentata estorsione e interferenze illecite nella vita privata.
L’uomo da oltre due anni aveva posto in essere un insieme di molestie e minacce nei confronti di due anziane parenti, con le quali aveva un contenzioso per un’eredità che si trascinava da diverso tempo, arrivando persino a spedire loro alcune lettere anonime contenenti richieste di denaro accompagnate da cartucce cal.12. Le minacce non riguardavano solo i parenti, ma anche i legali che su incarico delle vittime stavano seguendo la controversia civile dell’eredità, allo scopo di farli desistere dall’assistere le parenti. In un’occasione l’arrestato era arrivato persino a malmenare un avvocato per alcune affermazioni da lui riportate in un atto di citazione. Sono state le scrupolose indagini condotte dagli uomini del Commissariato di Milazzo, che hanno effettuato una serie di accertamenti tecnici sulle missive che le vittime avevano ricevuto, identificando le impronte papillari latenti nonché effettuando comparazioni calligrafiche, a permettere l’identificazione dell’uomo. (PS)

Notizie dalla Sicilia

ARCHIVIO NEWS