08 mag 2013

Genova, tra le 7 vittime un milazzese

E' un giovane siciliano la settima vittima dell'incidente a Genova, causato da una nave portacontainer che ha abbattuto la torre piloti del porto. I soccorritori hanno recuperato il corpo del venticinquenne Giuseppe Tusa, militare della capitaneria di porto del capoluogo ligure, originario di Milazzo.
Mancano ancora all'appello il sergente Gianni Jacoviello, 33 anni, della Spezia, e il maresciallo Francesco Cetrola, 38 anni, di Matera. Sono gli ultimi due dispersi. Tusa era legato sentimentalmente a una avvocatessa di Milazzo. Nel comune mamertino il sottocapo veniva quasi ogni fine settimana anche per fare deejay con il nome d'arte di Giuppy Black in un noto ristorante. Agli inizi della sua carriera militare, una decina di anni fa, ha prestato servizio nella sala operativa della capitaneria di porto di Milazzo. Sul suo profilo Facebook molti amici hanno scritto messaggi di affetto, prima che arrivasse la notizia della morte. Tra i quattro feriti anche un altro messinese: Gabriele Russo, 32 anni. L'ipotesi più probabile è quella del motore in avaria. Secondo la Procura sarebbe stato un guasto al motore a impedire alla nave 'Jolly Nero' di seguire la giusta rotta per uscire dal porto. Il comandante è indagato per omicidio colposo plurimo. (la siiclia)

Notizie dalla Sicilia

ARCHIVIO NEWS